Polizia provinciale contro il bracconaggio nelle valli di Gorino in zona pre-Parco

Due cacciatori, entrambi residenti a Goro, sono stati sorpresi a cacciare con richiamo acustico in zona pre-Parco nelle valli di Gorino e segnalati all’autorità giudiziaria dagli agenti della Polizia provinciale, sul posto durante un controllo.
“Caccia con l’uso del richiamo acustico” è stato il reato contestato ai due, la cui sanzione prevede un’ammenda fino a 1.500 euro, cui si aggiungono otto settimane di sospensione dall’esercizio venatorio in area pre-Parco.
L’operazione messa a segno si è svolta in tarda serata e … . . . . . . CONTINUA A LEGGERE

Polizia provinciale contro il bracconaggio nelle valli di Gorino

Segnalati all’autorità giudiziaria due cacciatori, uno dei quali residente in Piemonte, sorpresi dalla Polizia provinciale a cacciare con un richiamo acustico nella zona di Pre Parco nelle valli di Gorino.
Il reato contestato è di caccia con l’uso del richiamo acustico, in concorso, la cui sanzione penale prevede un’ammenda fino a 1.500 euro, oltre a otto settimane di sospensione dall’esercizio venatorio nell’area del Pre-Parco.
La pattuglia degli agenti provinciali ha sorpreso i due cacciatori in tarda serata e, dopo essersi … . . . . . . CONTINUA A LEGGERE

Polizia provinciale denuncia due cacciatori di frodo a Jolanda di Savoia

Denunciate due doppiette per l’uccisione di fauna nei cui confronti la caccia è sempre vietata.
I due cacciatori sono stati pizzicati da una pattuglia della Polizia provinciale in azione nel comune di Iolanda di Savoia all’interno di un’azienda faunistico venatoria, istituto nel quale si pratica la gestione privata della caccia.
Gli agenti, appostati con i binocoli, hanno notato un capanno di caccia al cui interno stavano i due uomini che avevano di fronte delle gabbiette al cui interno c’erano delle … . . . . . . CONTINUA A LEGGERE

Prorogato dal Ministero divieto uso richiami caccia fino a 31 gennaio 2018

È stato prolungato fino al 31 gennaio 2018 lo stop all’utilizzo di uccelli da richiamo degli ordini degli Anseriformi e Caradriformi (germano reale e pavoncelle), nelle aree giudicate a rischio in seguito al focolaio di aviaria riscontrato in territorio di Codigoro nello stabilimento Eurovo.
Lo ha deciso il Ministero della salute, con una disposizione a firma del dirigente  della Direzione generale della sanità animale e dei farmaci veterinari.
Il prolungamento del divieto segue quello introdotto con ordinanza dal presidente della … . . . . . . CONTINUA A LEGGERE

Polizia provinciale denuncia due cacciatori a Berra

Prime sanzioni penali della Polizia provinciale nella corrente stagione venatoria. Due cacciatori sono stati sorpresi dagli uomini del comandante Claudio Castagnoli mentre utilizzavano mezzi vietati per la cattura della selvaggina.
L’episodio è accaduto a Berra dove, dopo un appostamento e avvicinamento a un capanno allestito davanti a un bacino artificiale di basse acque e canneti, nel quale erano appostate le due doppiette, gli agenti provinciali hanno contestato il reato di utilizzo di un richiamo acustico elettromagnetico, assolutamente vietato dalla legge.… . . . . . . CONTINUA A LEGGERE

Stagione venatoria: la Polizia provinciale risponde le domeniche di settembre e ottobre

Da sabato 2 settembre, inizio della pre-apertura tecnica della stagione venatoria, e tutte le domeniche di settembre ed ottobre, la Polizia provinciale, oltre ai giorni feriali, è a disposizione dalle 7 fino alle 13 chiamando il numero: 0532.299979.
Un servizio per rispondere alle chiamate dei cittadini che vedano cacciatori avvicinarsi alle proprie abitazioni od imprenditori agricoli che, al di fuori di quanto previsto dall’accordo quadro fra mondo agricolo e venatorio, vedano le doppiette causare danni alle produzioni agricole. La Polizia … . . . . . . CONTINUA A LEGGERE

Polizia provinciale denuncia 5 cacciatori nel Comacchiese


Cinque cacciatori in tutto sono stati sorpresi dalla Polizia provinciale mentre utilizzavano mezzi vietati per la cattura della selvaggina.
Un primo caso è accaduto in una valle del comune di Comacchio. L’intervento degli agenti provinciali ha portato al sequestro dei fucili di due cacciatori e dei germani reali catturati con l’ausilio di un richiamo acustico elettromagnetico, assolutamente vietato dalla legge.
Un secondo intervento a carico di altre tre doppiette è avvenuto nei pressi di un appostamento di caccia sempre nel … . . . . . . CONTINUA A LEGGERE

Cacciatori denunciati da Polizia provinciale insieme con guardie volontarie


Cinque cacciatori sono stati segnalati all’autorità giudiziaria, perché utilizzavano richiami acustici vietati dalla legge, un altro perché stava utilizzando un fucile a quattro colpi anziché i tre consentiti e una settima doppietta in quanto, avendo rimosso quello che in gergo si chiama “fermo”, riusciva a esplodere fino a cinque colpi.
Le operazioni, condotte insieme dalla Polizia provinciale e da alcune guardie volontarie, hanno portato anche al sequestro di 18 allodole uccise con mezzi vietati.
Per ognuno dei reati contestati – … . . . . . . CONTINUA A LEGGERE